English (UK)SpanishESFrenchfr-FRItalian (IT)Portuguspt-PT
Facebook Image

ATTIVITÀ
Convergenza delle Culture in azione. Le ultime attività delle equipe di base nel mondo.
Vai  
DOWNLOAD
Scarica materiali e documenti elaborati dalle equipe di base di Convergenza delle Culture.
Vai  
GALLERIE
Qui trovi gallerie fotografiche di eventi, attività e campagne.
Vai  
MULTIMEDIA
Suoni e immagini delle nostre attività. Selezione di filmati e presentazioni.
Vai  

Press Releases

Sulla crisi dei rifugiati in Europa, la posizione di Convergenza delle Culture

duhok domiz 161

Nelle ultime settimane abbiamo assistito alla più grande tragedia umanitaria che avevamo vissuto da decenni nel vecchio continente. Pur non essendo un fenomeno nuovo, è vero che l'esodo di massa in queste terre ha recentemente assunto una grandezza mai vista prima, si dice solo paragonabile all'esodo visto nella seconda guerra mondiale.
Solo che in quel periodo, non si aspettavano i treni affollati verso l'Europa, ma la fuga da essa.

 

I media riflettono nei loro titoli lo stupore e la commozione delle popolazioni, anche se questi rispondono a interessi meno legittimi del cittadino ignaro che fino a poco tempo fa viveva tranquillamente dietro le tragedie dei suoi vicini. I quali da tempo avevamo avvertito della grande crisi storica che si stava preparando, la situazione attuale non ci prende di sorpresa ma ci indigna.

 

E di nuovo sentiamo la responsabilità di chiarire i punti chiave che sono generalmente dimenticati o occultati:

1- I punti di partenza dell'esodo sono quelli in cui l'Unione europea, con l'aiuto del suo alleato, gli Stati Uniti (se non la Russia) hanno condotto interventi militari o promosso il conflitto armato. Ancora risuonano gli echi delle cosiddette "guerre preventive" per la manipolazione da parte di coloro che hanno messo le condizioni per l'ascesa del terrorismo islamico quando non hanno addestrato, armato e lanciato sotto interessi politico-economici.

 

2- Questa crisi rivela la falsità della presunta assenza di frontiere all'interno Unione, che ha sempre voluto essere la libera circolazione delle merci e dei capitali prima che la libertà di circolazione delle persone. Schengen è stato progettato per l'Europa delle commercianti e non ad una Europa dei popoli.

 

3- vergognose proposte di quote ospita anche cercano di stabilire differenze tra le guerre militari sfollati e guerre economiche. Parlano gli esseri umani negli stessi termini di produzione di latte. Cosa corte la quota di coloro che l'opzione è possibile decidere vivrà?

 

4- Si agita ancora una volta il timore dell’Islam come argomento per cercare di limitare ciò che non potrà essere contenuto in alcun modo. Questo nuovo tentativo dei più reazionari non solo è falso e indecente, ma mostra la sua infinita ipocrisia.

 

Tuttavia, nonostante tutto questa ingiustizia, ancora una volta, essendo le popolazioni che migliorare i legami con le nostre tradizioni umaniste europei stanno dando una lezione la dignità e la solidarietà dei nostri leader politici inconfessabili. Decine di migliaia di cittadini offrendo loro case, reti di quartiere sono organizzati per dare urgente attenzione per coloro che vengono a loro città ei leader locali di comuni nuovo conio assumere il responsabilità dei governi nazionali e delle istituzioni europee accettati.

 

Sottolineiamo infine la necessità di capire che Non ci sarà progresso se non di tutti e per tutti e che nonostante tanto dramma, la gente avanza in modo lento ma inesorabile verso la futura Nazione Umana Universale.

 

Copyright © 2017 Convergence of Cultures. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.